come allestire un acquario di acqua dolce
9005
single,single-post,postid-9005,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-3.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

Blog

come-allestire-acquario-acqua-dolce-vendita-acquari

Come allestire un acquario di acqua dolce

  |   Blog

Se non ne hai mai avuto ma ora desideri allestire un acquario… sei sulla pagina giusta!!

Qui troverai alcune delle principali informazioni che potranno esserti di supporto. Potrai sempre rivolgerti anche direttamente al nostro personale per un supporto professionale.

 

1 – La decisione: acquario di acqua dolce. Non è ovviamente un obbligo fare questa scelta ma se sei un neofita il nostro consiglio è quello di iniziare con un ambiente di acqua dolce poiché la sua gestione è più semplice e i costi sono generalmente più contenuti.

 

2- La dimensione: quanto grande facciamo l’acquario? la misura media di un acquario di buone dimensioni è di 80/120 litri. In questo range possiamo considerare che l’acquario sarà sufficientemente grande da ospitare un buon numero di pesci, con piante e un minimo di arredi. Al contrario di quanto si possa pensare, è più semplice gestire un volume d’acqua maggiore che risente meno degli errori dovuti all’eccesso di cibo o alla manutenzione non effettuata correttamente.Oltre questa dimensione parliamo già di acquari piuttosto grandi, sotto i 60 litri invece rischiamo di dover rinunciare agli arredi per mancanza di spazio.

MAGGIORI INFORMAZIONI SULLA VENDITA ACQUARI

 

3- La posizione: dove installiamo l’acquario? La posizione ideale è ovviamente in piano, su un supporto sufficientemente robusto da tollerare il peso dell’acquario e in una zona dove non intralci il passaggio. La parola d’ordine è stabilità quindi meglio un pavimento in cotto/parquet piuttosto che tappeti o pavimentazioni in pietra irregolare. La troppa luce è nemica dell’acquario poiché favorisce la crescita di alghe e se la vasca non ha un coperchio bisogna essere certi che al suo interno non possano cadere polvere, oggetti, gatti!! Ricordate che è necessario avere nelle vicinanze una presa di corrente.

 

4- Il filtro: diamo per scontato che se sei arrivato fino a qui non hai intenzione di preparare una boccia tonda per pesci rossi, quindi avremo bisogno di un filtro. Quelli di più semplice gestione sono quelli che siamo abituati a vedere appoggiati/appesi al vetro della vasca, chiamati “biologici”. In alternativa, anche per un fattore estetico, è possibile optare per un filtro esterno da installare sotto la vasca. Molto importante! il filtro va tarato in base ai litri del tuo acquario e deve garantire un ricircolo costante. Per approfondire questi temi puoi rivolgerti senza problemi ai nostri esperti di acquarilogia, anche telefonicamente.

 

5-Il fondo: Prima di inserire in vasca qualsiasi elemento, sabbia e ghiaia compresi, lavali con acqua pulita e ricorda di risciacquare molto accuratamente. Il fondo ideale ha uno spessore d almeno 5/6 cm e non supera i 10.

 

6-Le piante e gli accessori. Una volta preparato il fondo puoi procedere con la parte di arredo, tanto amata dalle donne! Piante, legni, antichi vasi, navi affondate, ma anche teschi, sirene…. il mondo degli accessori per acquari è veramente pieno di fantasia! Mi raccomando: lava tutto prima dell’inserimento in vasca ed evita conchiglie, coralli e pietre calcaree che possono rilasciare sostanze che alterano i valori dell’acqua. Per la scelta delle piante puoi optare per quelle finte (non rischi che deperiscano ma non sono di supporto nel creare il microclima dell’acquario) oppure per quelle vere (bellissime, utilissime ma necessitano di cure). Non interrare foglie o steli ma solamente le radici. Se noti che le piante installate tendono a salire verso la superficie, puoi legarle ad altri oggetti presenti nella vasca, anche con un pezzettino di filo da pesca.

 

7-La prima acqua: è finalmente arrivato il momento di aggiungere l’acqua! Se il tuo fondo è di sabbia meglio appoggiarci sopra un piano rigido per evitare che il getto di acqua scombini tutto il fondo. E’ buona norma fare un test: riempi la vasca solo per qualche centimetro e aspetta qualche tempo per essere certo che non ci siano perdite. Se sei certo che non ci siano perdite procedi man mano con il riempimento, valutando se fare altri test di medio riempimento prima di arrivare alla cima. Mantieni un minimo di bordo libero dall’acqua (2/3 cm).

 

8-Corrente: se hai fatto tutto quanto sopra indicato puoi procedere con la messa in funzione del tuo nuovo acquario. Attacchiamo il tutto alla corrente e inizieremo a sentire l’acqua che piano piano viene aspirata all’interno del filtro. Fai lavorare il tutto per 1 o 2 ore e poi fai un’ulteriore verifica per essere certo che tutto sia al suo posto e che non ci siano perdite. Se i pesci da te scelti hanno bisogno di acqua riscaldata, procedi anche con l’installazione del “calorifero” secondo le istruzione del modello scelto.

 

Complimenti! la tua vasca è in funzione!

—– Ora non ti resta che scegliere i pesci che lo abiteranno —–